Home / Blog / L’appello di tanti monterotondesi per il No al Referendum

L’appello di tanti monterotondesi per il No al Referendum

Si è costituito a Monterotondo il “ Comitato Civico per il NO al Referendum”, contro la riforma costituzionale Renzi – Boschi. Presieduto dal Consigliere Comunale Fabio Federici, il Comitato vede la presenza di diverse personalità di Monterotondo, unite nel sostenere le proprie ragioni nel contrastare il disegno costituzionale che sarà sottoposto al voto il 4 Dicembre. I motivi per cui il “Comitato Civico per il NO al Referendum” invita i cittadini a votare No sono molteplici. Le ragioni principali sono state messe per iscritto e distribuite alla cittadinanza attraverso volantini appositi, durante il Gazebo che il Comitato ha allestito in passeggiata domenica 27 Novembre. Ad illustrare alcuni punti ci pensa il Presidente Federici: “ Il motivo principale per cui il nostro comitato si sta impegnando in questa campagna per il No al Referendum e per il quale pensiamo che tutti i cittadini devono opporsi, risiede proprio nel suo principio, nella sua genesi. La Costituzione Italiana – prosegue Federici- è lo strumento con cui si disciplinano le “regole del gioco” democratico nel nostro Paese. E’ di tutta evidenza, quindi, che tali regole debbano essere condivise, innanzitutto, dalla maggior parte delle forze politiche che rappresentano la Comunità ed a cui, a quelle regole, si devono poi attenere. E’ lo spirito con cui è nata la nostra Costituzione ma, a ben vedere, è lo spirito logico con cui si regolano tutti i diversi rapporti. In questo caso è di tutta evidenza che questa riforma è sostenuta solo da una parte delle forze politiche che compongono il Parlamento e non rispetta per nulla quella sana condivisione indispensabile per il buon funzionamento del Paese”. Una questione fondamentale di metodo, quindi, ma anche tante ragioni di merito: “ Non è un caso – osserva ancora Federici- che i sondaggi e le rilevazioni sull’orientamento dei cittadini verso questa riforma, si sono via via polarizzate verso il No, man mano che passava il tempo e la riforma veniva approfondita. Più si conoscono i temi e più è chiaro che questa riforma non è quello di cui abbiamo bisogno. Basta vedere quell’autentico obbrobrio chiamato Italicum, una legge elettorale che non abolisce il Senato, ma lo trasforma in un dopolavoro di consiglieri regionali e sindaci i quali, in disprezzo anche dell’ultimo pronunciamento della Corte Costituzionale, non verranno neanche eletti dai cittadini”. Tra i tanti motivi per cui il Comitato Civico invita i cittadini di Monterotondo a votare No vi è anche l’Europa, come spiega un altro membro del Comitato, l’Avvocato Claudia Mancini: “ La normativa approvata dal Parlamento Europeo verrà acquisita automaticamente nella nostra legislazione. La libera determinazione degli italiani sarà ridotta e verrà eliminata così la possibilità di referendum abrogativo per tutte quelle leggi europee contrarie agli interessi italiani, ma ben viste ai politici asserviti agli interessi delle lobby”. Da sottolineare che uno dei temi più sentiti in questa campagna referendaria è quello dell’immunità a cui avrebbero diritto alcuni consiglieri regionali e sindaci che nelle cronache giudiziarie sono stati protagonisti di molte vicende. Lo sottolinea con forza la coordinatrice di tante iniziative contro la violenza sulle donne di Monterotondo, Luana D’Artibale: “ E’ inammissibile che alcuni sindaci e consiglieri regionali, entrando in Senato, ottengano automaticamente l’immunità parlamentare. Uno scudo per qualsiasi porcheria avvenga a livello locale e regionale”. Di seguito i firmatari dell’appello:

 

I membri del “Comitato Civico per il No di Monterotondo”:

  • Fabio Federici – Presidente “Comitato Civico per il No al Referendum” e Consigliere Comunale
  • Christian Scaramuzza – Segretario “Giovani Protagonisti Monterotondo”
  • Luana D’Artibale – Coordinatrice “Rete Civica Monterotondo”
  • Gino Pizzichelli – Segretario “Uniti per lo Scalo”
  • Maria Giarrizzo – Coordinatrice “ Comitato Salviamo l’Ospedale di Monterotondo”
  • Claudia Mancini – Ragioniera
  • Amedeo Giustini – già Consigliere Comunale
  • Emidio Montaldi – Avvocato
  • Gerardo Riccardi – Imprenditore
  • Alessandro Scaramuzza – Dipendente
  • Luigia Di Buò – Dipendente
  • Andrea Amorese – Dipendente
  • Edelwais Girardi – Disoccupata
  • Piacentina Antonelli – Funzionario
  • Massimo Pizzichelli – Farmacista
  • Fabio Gatto – Dipendente
  • Federico Magionami – Studente
  • Gianluca Gentile – Libero professionista
  • Annamaria Falvino – Operaia
  • Ottavio Vidili – Operaio
  • Sandra Falvino – Casalinga
  • Renzo Magrelli – Pensionato
  • Giulia Pizzichelli – Ingegnere
  • Antonio Falvino – Pensionato
  • Pierluigi Ciavatta – Studente
  • Andrea Martelli – Operaio
  • Marco Paradiso – Dipendente

 

 

About Fabio Federici

Check Also

Referendum Nazionale Trivelle 17 Aprile

Lo sapevate che il 17 aprile TUTTI noi Italiani saremo chiamati a votare per il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *